ospiti - Reunion

Vai ai contenuti

Menu principale:

ospiti

Dominic è nato il 1° luglio 1962 a Leicester (UK), da padre irlandese, e ha cominciato a recitare sin dalla scuola elementare. Dopo aver concluso gli studi all’University College di Londra (UCL) con “First class honours” in storia, ha svolto vari lavori prima di intraprendere professionalmente la carriera di attore. La scena teatrale inglese lo ha visto interpretare commedie come The Pitchfork Disney e Amongst Barbarians (che gli è valso il premio Mobil); ha inoltre lavorato in Screamers, all’Edinburgh Playhouse di Edimburgo, e in Alfie al Tiffany Theater di West Hollywood (California). 
Il suo debutto in televisione avviene sempre in Inghilterra, con la sitcom Desmond’s (1989-1995), nella quale ha interpretato un personaggio ricorrente, e altri ruoli in varie serie (tra le quali, Ispettore Morse). Trasferitosi successivamente negli Stati Uniti, ha interpretato il guerriero Mallos nella serie The Immortal (2000), oltre a comparire come guest star in serie come Buffy l’Ammazzavampiri, G vs E e Special Unit. Ma il suo primo ruolo importante è quello di Malcolm Reed, l’ufficiale esperto di armi in Enterprise (2001-2005), che lo rende noto in tutto il mondo. 
Da allora l’abbiamo visto nella seconda stagione di Heroes, in tre episodi di Prison Break e in Sons of Anarchy. 
Al cinema ha partecipato a The Hollywood Sign, Jungle 2 Jungle, il Beowulf di Robert Zemeckis e in Sir Arthur Conan Doyle’s Sherlock Holmes (2010), assieme a Gareth David-Lloyd. 
Ha inoltre prestato la voce a Kormac il Templare nel videogioco Diablo III: Reaper of Souls e al gremlin Prescott in Epic Mickey e Epic Mickey 2: The Power of Two.
I frequentatori delle nostre convention ricorderanno soprattutto di averlo già visto in Italia. Dominic Keating infatti è stato già qui nel 2006, alla Sticcon XX (come potete vedere nelle foto qua sotto). Un vero folletto che schizzava da una parte all’altra del palcoscenico, senza mai restare fermo un momento. A undici anni di distanza, Dominic torna tra noi, questa volta nella cornice più ristretta e familiare della Reunion. 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu